Qualcosa di me

Sono nato a Milano, nel 1969, e a Milano ho sempre vissuto.
Al Giambellino, dove sono cresciuto, via Padova, dove abito oggi, e in zona porta Venezia – Buenos Aires, dove ho vissuto otto anni, il Collegio che mi ha eletto in consiglio Provinciale con 10.982 voti nella lista di Forza Italia. Sono stato eletto all’unanimità, Presidente della Commissione consiliare di Garanzia e Controllo. Il mio impegno si è rivolto soprattutto all’attività amministrativa, svolta all’opposizione della giunta Penati. Ho cercato di unire al ruolo di “controllore” anche quello di “propositore”. Non solo attraverso mozioni, ordini del Giorno, interrogazioni, ma presentando delle vere e proprie delibere. In particolare, sono riuscito a far approvare un’ampia modifica dello Statuto sui poteri di indirizzo e controllo del Consiglio Provinciale che restituisce trasparenza alle decisioni sulle società partecipate e controllate.

A far politica ho iniziato presto, come Consigliere d’Istituto del liceo linguistico Manzoni. Sono stato tra i collaboratori di Giovanni Spadolini e al fianco dei comitati referendari nella grande battaglia, vinta, per la riforma elettorale.

Dal 1995, per quattro anni, ho detto basta. C’era l’università da finire e una professione da costruire. Perché la politica richiede impegno, competenza, ma, o almeno così la penso, anche un mestiere che ti consenta di smettere quando vuoi, di dire dei no, perché magari si vive per la politica, ma di politica è meglio non vivere mai.
Sono stato coordinatore editoriale di una piccola casa editrice, la “Claudio Gallone editore”, e ho cominciato a collaborare con le pagine della cultura del “Sole 24 Ore” e del “Borghese”, poi del “Foglio” e del “Giornale”, dove ho recentemente iniziato anche l’attività di commentatore politico. Ho scritto una biografia di Giuseppe Verdi per Sellerio e ho iniziato a insegnare Storia dei media e della società contemporanea all’Università IULM di Milano, università presso la quale ho tenuto dei Master in Comunicazione politica. Oggi, invece, insegno diritto scolastico all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.
Quando nel 1999 la politica ha bussato di nuovo alla mia porta, sotto forma di un amico incontrato per caso, non ho saputo dire di no. Dapprima, collaborando col gruppo di Forza Italia alla Provincia, poi ad Arcore, nella segreteria del Presidente Silvio Berlusconi, grazie alla fiducia di Sandro Bondi.
Sono stato Consigliere del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini e, dopo aver curato il nuovo regolamento sulla valutazione degli alunni, Presidente della cabina di Regia per i nuovi Licei e Coordinatore della Commissione preposta alle nuove Indicazioni nazionali per i licei e per il primo ciclo di Istruzione. Oggi, dopo il cambio della guardia a viale Trastevere, continuo a ricoprire l’incarico di Dirigente Tecnico (alias, Ispettore scolastico) presso l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e a dividermi, sia pure più raramente, tra Roma e Milano.
Il 12 aprile 2009 sono stato eletto presidente del CISEM di Milano.

Nel frattempo, mi sono sposato con Fiorella e insieme abbiamo messo al mondo, il 9 luglio 2010, il piccolo Tito.

| | Post2PDF Esporta come PDF

I commenti sono disattivati.