I nefasti di Filippo “le petit” Penati


Il mio ultimo intervento in consiglio provinciale a Milano contiene qualche chicca sulle imprese del quasi ex Presidente della Provincia di Milano, un appello e una promessa: se vinceremo, il giorno dopo le elezioni dovremo rispondere a tutte le interrogazioni insabbiate in 5 anni su Filippo “le petit” Penati e la sua corte

Giunta Penati all’ultimo atto?

Il Partito Democratico milanese marca le differenze con l’estrema sinistra, a sei mesi dalle elezioni. Ma sono tre anni che la maggioranza in Provincia di Milano non esiste più.

Penati si congeda con un bilancio illeggibile

Gli sprechi dell’amministrazione Penati

Un dibattito sulla Scuola ad Aria pulita

Video 1

Video 2

Video 3

Video 4

Video 5

Oh mamma, mi ci vuol la segretaria! tanto paga Serravalle…


Nel muro di gomma che finora la Serravalle e la Provincia di Milano hanno eretto a difesa di una gestione opaca e discutibile si è aperta una prima breccia: ecco la determina attraverso la quale risulta che Claudia Cugola, assistente personale di Philippe le petit, è stata assunta da Serravalle e quindi distaccata alla Provincia di Milano per una cifra da capogiro che ogni mese Palazzo Isimbardi rimborsa alla propria controllata. Questo, mentre centinaia di lavoratori sono ancora precari e gli stipendi delle “parigrado” della stimatissima Cugola, sino a dicembre distaccata dal penatiano Consorzio Acque Potabili, sono di un terzo. Domanda. E lo stimatissimo signor Maggi, non è che tra gli atti criptati c’è pure la sua assunzione in qualche controllata? Per saperlo, ho chiesto l’elenco completo dei dipendenti distaccati.

Dies irae

Tem, vince il partito del sì

La Provincia di Milano ha sottoscritto l’accordo di programma che dà il via alla Tem, la nuova Tangenziale est esterna di Milano, un’opera ideata dall’amministrazione Colli fondamentale per il sistema infrastrutturale lombardo. Ebbene, in giunta, al momento del voto, gli assessori di Rifondazione Comunista e dei Verdi sono usciti.

Ieri solo solo grazie al centrodestra è passata la delibera di ricapitalizzazione della società, che ha visto l’astensione di Verdi, Rifondazione, Sinistra democratica e Comunisti Italiani, e il loro voto contrario a un ordine del giorno p’resentato dal Centrodestra che diceva un sì alla nuova infrastruttura. Domanda. E’ possibile che Penati non abbia la maggioranza su tutti i nodi fondamentali per l’amministrazione, dai rifiuti, all’urbanistica alle infrastrutture?

Occhio non vede, cuore non duole. Ma paga Pantalone

Da tempo lo vado dicendo. La vera casta sono i dirigenti pubblici, e se non si fa trasparenza sui loro atti amministrativi, sarà inutile pensare di porre fine allo spreco di pubblico denaro. Prendiamo ad esempio la molto esimia dottoressa Melchiorri e lo stimabilissimo dottor Giagoni. Il secondo, in particolare, sta cercando di bloccare la mia proposta di regolamento sulla trasparenza. Ho scoperto il perché. Lui, cripta tutto. Tranne i soldi ai poveracci.

La Provincia “criptata”

Capitolo consulenze e spese dei dirigenti, la Provincia di Milano sta peggio del Comune. I dirigenti criptano le consulenze scomode, date magari a chi fa il “moralizzatore” a Palazzo Marino. Ecco l’accusa di Giovanni De Nicola, capogruppo di AN in consiglio Provinciale.